mercoledì, maggio 11, 2005

aria che condiziona (e mette in imbarazzo)

Oggi mi sono sentito come il personaggio di quella pubblicità, quello costretto nella bocchetta del condizionatore a soffiare di continuo per fare fresco alle segretarie in ufficio: sono infatti entrato in un locale commerciale, una compagnia di assicurazioni, per attivare l'impianto dell'aria condizionata (fa parte del mio lavoro).
Quando mi hanno visto entrare ed hanno capito il motivo della mia presenza, le 5 o 6 impiegate hanno iniziato a lanciarmi sorrisi ammiccanti a tal punto da farmi arrosire e convincermi per qualche istante che fossero intressate al mio aspetto fisico; ma quando son tornato dall'effettuare il semplice compito, l'atmosfera era completamente diversa, seria, presumo quella di sempre.
Ed allora ho capito che gli ammiccamenti erano solo un segno di gratitudine per il compito che avrei svolto ed una volta terminato avrebbero, come nella pubblicità, richiuso la griglia con me dentro la bocchetta a soffiare aria fresca.
Posta un commento